Privacy, GDPR e Protezione dei Dati

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (Regolamento UE 679/2016 – GDPR) con cui la Commissione europea ha inteso rafforzare e rendere più omogenea la protezione dei dati personali dei cittadini, sia all’interno che all’esterno dei confini dell’Unione europea. Il testo è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea il 4 maggio 2016.

Tutti i dati che si riferiscono alla sfera personale di un soggetto terzo, nel momento in cui vengono acquisiti, devono essere protetti nella loro globalità. Ciascun individuo interessato deve poter verificare che i propri dati siano trattati secondo criteri di liceità e correttezza, e che siano sottoposti ad una adeguata protezione da parte di coloro che ne effettuano il trattamento.

Il Principio di Accountability

Come riportato nella Guida al nuovo Regolamento in materia di Protezione dei Dati presente sul sito del Garante Privacy italiano, il Regolamento UE 2016/679 pone con forza l’accento sulla “responsabilizzazione” (accountability nell’accezione inglese) di Titolari e Responsabili, principio che richiede l’adozione di comportamenti proattivi dimostrabili nella loro concreta attuazione.

Gli strumenti di ricognizione dei trattamenti effettuati, valutazione del rischio, definizione del programma delle misure adeguate consentono di gestire i rischi presenti (risk management), migliorare i livelli di sicurezza e dimostrare l’applicazione del Regolamento (concreta attuazione delle misure tecniche ed organizzative adeguate, politiche adeguate ed adesione a Codici di Condotta – art. 24, 25 in particolare e l’intero Capo IV del Regolamento).

Come applicare efficacemente il GDPR

GDPR e Codice Italiano Privacy nel disciplinare la Protezione dei Dati Personali pongono particolare attenzione alle caratteristiche delle singole attività.

È nello spirito del nuovo Regolamento un’applicazione che tenga conto sia delle peculiarità tecniche che delle caratteristiche organizzative proprie dell’attività, con la finalità di assicurare una efficace tutela della Sicurezza nel trattamento dei dati effettuato all’interno dell’Organizzazione.

La strutturazione di procedure calate su ciò che concretamente viene fatto consente di perseguire le finalità proprie del nuovo Regolamento.

Attraverso una valutazione preliminare (assessment) è possibile individuare gli aspetti e peculiarità su cui poter focalizzare l’attenzione nel contesto di riferimento in relazione alle novità normative intervenute.

LBC Consulting Studio si propone come partner di fiducia dell’Impresa per mettere a disposizione una guida alla strutturazione del percorso di miglioramento dei livelli di sicurezza, una facilitazione alla organizzazione interna e responsabilizzazione del personale addetto con interventi di formazione mirati.

La conoscenza calata direttamente nella pratica quotidiana consente di generare opportunità di sviluppo ed innovazione del proprio business.

Scopri come operiamo

Entriamo volentieri in contatto con chi tiene alla propria Attività ed ha a cuore una situazione nello specifico da affrontare. Siamo disponibili per rispondere alle tue eventuali domande.

Puoi compilare il modulo di contatto sotto riportato, puoi inviare una e-mail all’indirizzo di posta elettronica info@lbcstudio.pro o, in alternativa, puoi inviare un fax (+39.178.602.55.68) per richiedere informazioni o sottoporre un aspetto in particolare o anche per richiedere un contatto telefonico o tramite Skype.

I dati forniti saranno trattati nel rispetto dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679 secondo le modalità indicate nell’informativa sul trattamento dei dati personali.